FarmacovigilanzaNessun farmaco può essere considerato totalmente innocuo e sicuro, anche se da banco o se utilizzato da tanti anni. Considerando l’aumentare del consumo e a volte dell’abuso di farmaci risulta importante la raccolta di dati effettuata dal farmacista in farmacia. La farmacovigilanza si basa sulla raccolta di un insieme di segnalazioni spontanee dei pazienti che hanno subito le reazioni avverse del farmaco, nell’intento di far conoscere gli effetti indesiderati dei farmaci in commercio e prevenirne le conseguenze . I pazienti in cura con farmaci o integratori che abbiano subito degli effetti indesiderati possono segnalarlo autonomamente tramite un apposito modulo oppure comunicarlo al proprio medico o al farmacista che segnaleranno l’evento agli organi competenti.